Come ottimizzare e deframmentare le unità in Windows 10

Come ottimizzare e deframmentare le unità in Windows 10: Il miglioramento delle prestazioni del PC è molto importante per il corretto funzionamento e per aiutare con questo Windows 10 esegue la deframmentazione del disco una volta alla settimana per i dischi rigidi. Ora, per impostazione predefinita, la deframmentazione del disco viene eseguita automaticamente su una pianificazione settimanale in un determinato momento impostato nella manutenzione automatica. Ciò non significa che non sia possibile ottimizzare o deframmentare manualmente le unità sul PC.

Ora la deframmentazione del disco riorganizza tutti i dati che vengono sparsi sul disco rigido e li memorizza nuovamente insieme. Quando i file vengono scritti su disco, vengono suddivisi in più parti poiché non c'è spazio contiguo sufficiente per memorizzare il file completo, quindi i file diventano frammentati. Naturalmente, la lettura di tutti questi dati da luoghi diversi richiederà un po 'di tempo, in breve, rallenterà il PC, lunghi tempi di avvio, arresti anomali casuali e blocchi, ecc.

$config[ads_text6] not found

La deframmentazione riduce la frammentazione dei file migliorando così la velocità con cui i dati vengono letti e scritti sul disco, aumentando in definitiva le prestazioni del PC. La deframmentazione del disco pulisce anche il disco aumentando così la capacità di archiviazione complessiva. Quindi, senza perdere tempo, vediamo come ottimizzare e deframmentare le unità in Windows 10 con l'aiuto del tutorial elencato di seguito.

Come ottimizzare e deframmentare le unità in Windows 10

Assicurati di creare un punto di ripristino nel caso in cui qualcosa vada storto.

Metodo 1: ottimizzare e deframmentare le unità nelle proprietà dell'unità disco

1.Premere il tasto Windows + E per aprire Esplora file o fare doppio clic su Questo PC.

2. Fare clic con il tasto destro del mouse su qualsiasi partizione del disco rigido per cui si desidera eseguire la deframmentazione e selezionare Proprietà.

3. Passa alla scheda Strumenti, quindi fai clic su " Ottimizza " in Ottimizza e deframmenta unità.

4. Selezionare l'unità per cui si desidera eseguire la deframmentazione, quindi fare clic sul pulsante Analizza per vedere se deve essere ottimizzato.

Nota: se l'unità è frammentata per oltre il 10%, dovrebbe essere ottimizzata.

5.Ora per ottimizzare l'unità, fare clic sul pulsante Ottimizza . La deframmentazione può richiedere del tempo a seconda delle dimensioni del disco, ma è comunque possibile utilizzare il PC.

6. Chiudi tutto quindi riavvia il PC.

Ecco come ottimizzare e deframmentare le unità in Windows 10, ma se sei ancora bloccato, salta questo metodo e segui quello successivo.

Metodo 2: Come ottimizzare e deframmentare le unità in Windows 10 utilizzando il prompt dei comandi

1.Premere il tasto Windows + X, quindi selezionare Prompt dei comandi (amministratore).

2. Digitare il comando seguente in cmd e premere Invio:

deframmenta drive_letter: / O

Nota: Sostituire drive_letter con la lettera di unità effettiva dell'unità per cui si desidera eseguire la deframmentazione del disco. Ad esempio, per ottimizzare l'unità C: il comando sarebbe: deframmenta C: / O

3.Ora per ottimizzare e deframmentare tutte le unità contemporaneamente utilizzare il seguente comando:

deframmentare / C / O

4. Il comando deframmentazione supporta i seguenti argomenti e opzioni della riga di comando.

Sintassi:

 deframmentare | / C | / E [] [/ H] [/ M [n] | [/ U] [/ V]] [/ I n] Dove viene omesso (deframmentazione tradizionale) o come segue: / A | [/ D] [/ K] [/ L] | / O | / X Oppure per tenere traccia di un'operazione già in corso su un volume: deframmenta / T 

parametri:

ValoreDescrizione
/UNEseguire analisi sui volumi specificati.
/ BEseguire l'ottimizzazione di avvio per deframmentare il settore di avvio del volume di avvio. Questo non funzionerà su un SSD .
/ CEseguire l'operazione su tutti i volumi.
/ DEseguire la deframmentazione tradizionale (questa è l'impostazione predefinita).
/ EEseguire l'operazione su tutti i volumi tranne quelli specificati.
/ HEseguire l'operazione con priorità normale (il valore predefinito è basso).
/InL'ottimizzazione dei livelli verrebbe eseguita per un massimo di n secondi su ciascun volume.
/KEseguire il consolidamento delle lastre sui volumi specificati.
/ LEsegui nuovamente i volumi specificati. Solo per un SSD .
/ M [n]Esegui l'operazione su ciascun volume in parallelo in background. Al massimo n thread ottimizzano i livelli di archiviazione in parallelo.
/ OEseguire l'ottimizzazione corretta per ciascun tipo di supporto.
/ TTenere traccia di un'operazione già in corso sul volume specificato.
/ UStampa l'avanzamento dell'operazione sullo schermo.
/ VStampa output dettagliato contenente le statistiche di frammentazione.
/XEseguire il consolidamento dello spazio libero sui volumi specificati.
$config[ads_text6] not found

Ecco come ottimizzare e deframmentare le unità in Windows 10 utilizzando il prompt dei comandi, ma è anche possibile utilizzare PowerShell al posto di CMD, basta seguire il metodo successivo per vedere Come ottimizzare e deframmentare le unità utilizzando PowerShell.

Metodo 3: ottimizzare e deframmentare le unità in Windows 10 utilizzando PowerShell

1. Digitare powershell in Ricerca di Windows, quindi fare clic con il pulsante destro del mouse su PowerShell dai risultati della ricerca e selezionare Esegui come amministratore.

2. Adesso digita il seguente comando in PowerShell e premi Invio:

Optimize-Volume -DriveLetter drive_letter -Verbose

Nota: sostituire drive_letter con la lettera di unità effettiva dell'unità per cui si desidera eseguire la deframmentazione del disco .

Ad esempio per ottimizzare F: guidare il comando sarebbe: deframmenta Ottimizza-Volume -DriveLetter F -Verbose

3.Se si desidera prima analizzare l'unità, utilizzare il seguente comando:

Optimize-Volume -DriveLetter drive_letter -Analyze -Verbose

Nota: sostituire drive_letter con la lettera di unità effettiva, ad es .: Optimize-Volume -DriveLetter F -Analyze -Verbose

4.Questo comando deve essere utilizzato solo su un SSD, quindi procedere solo se si è sicuri di eseguire questo comando su un'unità SSD:

Optimize-Volume -DriveLetter drive_letter -ReTrim -Verbose

Nota: sostituire drive_letter con la lettera di unità effettiva, ad esempio: Optimize-Volume -DriveLetter D -ReTrim -Verbose

5. Riavviare il PC per salvare le modifiche.

Consigliato:

  • Decifrare i file e le cartelle crittografati EFS in Windows 10
  • Rinvia aggiornamenti delle funzionalità e della qualità in Windows 10
  • Come modificare i formati di data e ora in Windows 10
  • Esporta e importa associazioni di app predefinite in Windows 10

Ecco perché hai imparato con successo come rinviare gli aggiornamenti di funzionalità e qualità in Windows 10 ma se hai ancora domande su questo tutorial, sentiti libero di chiedere nella sezione dei commenti.

Articoli Correlati